All’indomani dell’attentato terroristico a Istanbul, il ministro degli Interni turco Süleyman Soylu ha rigettato il messaggio di solidarietà arrivato da Washington. “Non accettiamo e rifiutiamo le condoglianze dell’ambasciata americana”, ha dichiarato Soylu. Si tratta di un’accusa neanche troppo velata, coerente con il riposizionamento dei turchi nei confronti dell’Occidente allargato. La Turchia sta infatti attuando un riordino della propria politica estera, economica e strategica in direzione dell’Eurasia. Ciò provoca tensione nell’attuale amministrazione degli Stati Uniti. L’analisi di Federico De Renzi, turcologo ed esperto di Islam, autore di diversi libri, nonché consigliere scientifico per la rivista di analisi politica in lingua inglese “Mediterranean Affairs” dal 2015.

_____________
✔️SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT65C0306916355100000009028
INTESTATO A: VISIONE TV
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

✔️SOSTIENICI TRAMITE PAYPAL E CARTA DI CREDITO: https://bit.ly/3yzNVId
✔️ISCRIVITI AL CANALE: https://bit.ly/2SQWDNI