La proposta di Piantedosi di introdurre il riconoscimento facciale nei luoghi pubblici

La proposta del ministro Piantedosi di dotare alcuni spazi pubblici, come le stazioni, di videosorveglianza e di tecnologia di riconoscimento facciale apre a una serie di rischi e minacce che riguardano non solo la libertà e la privacy individuali, ma il cuore stesso della democrazia.

La sorveglianza biometrica mina potenzialmente ognuno dei seguenti diritti fondamentali: libertà di movimento, di espressione, di partecipazione, privacy.

Siamo disposti ad accettare di essere costantemente sorvegliati e riconoscibili? È questa la nostra idea di sicurezza? Siamo consapevoli che ci stiamo incamminando verso un punto di non ritorno?

Lo schema è sempre lo stesso: un episodio di criminalità viene alimentato dai media, si genera la percezione di una minaccia, scoppia il panico, la comunità esige risposte da parte della politica, le autorità sfruttano l’occasione per avere così il pretesto di aumentare il controllo sulla popolazione. Azione-reazione-soluzione.
_____________
✔️SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT65C0306916355100000009028
INTESTATO A: VISIONE TV
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

✔️SOSTIENICI TRAMITE PAYPAL E CARTA DI CREDITO: https://bit.ly/3yzNVId
✔️ISCRIVITI AL CANALE: https://bit.ly/2SQWDNI

✔️ Finalmente disponibile il primo storico numero di “Visione, un altro sguardo sul mondo” PRE ORDINALO ORA https://bit.ly/40fCoJN

✔️ FERMA LA GUERRA CON UNA FIRMA: https://raccoltafirme.cloud/app/user.html?codice=RIPUDIA_LA_GUERRA

You may also like

Comments are closed.