Nell’indifferenza dei media, l’OMS continua a portare avanti il progetto del Trattato pandemico. Uno strumento che intende consegnare ancora più potere all’Organizzazione mondiale della sanità e sottrarre diritti alle popolazioni – già vessate durante il Covid-19 – che rischiano nuovamente di finire subordinate a scelte politiche autoritarie, spacciate per “sanitarie”.

Fino a pochi mesi fa, infatti, in un clima di terrorismo mediatico, milioni di cittadini si sono trovati impotenti, sottoposti a ricatto e incapaci di lavorare o viaggiare senza un Green Pass. Su false premesse scientifiche, si è indotta la criminalizzazione dei non vaccinati, etichettati come “untori”, “complottisti” e “nemici della scienza”. Nel frattempo, non si contano i morti e i danneggiati da vaccino, abbandonati dalle istituzioni nella solitudine del loro destino.

Pandemia. Storia di un progetto criminale si prefigge il compito di fare un bilancio di quanto avvenuto durante la (mala)gestione pandemica, evidenziando come l’Italia sia stata scelta per assurgere a laboratorio sociale e come la tecnocrazia abbia deciso di creare un pericoloso precedente con l’adozione del certificato verde. Ricostruire questa storia è fondamentale per evitare che si ripeta, per difendere la libertà, lo Stato di diritto e la democrazia.

📕 TROVI I NOSTRI LIBRI AL SEGUENTE LINK https://bit.ly/3MsxYLK

You may also like

Comments are closed.