Gran Bretagna: Green Pass addio. Ecco perché

Il senso di liberazione che ha regalato la Brexit deve essere davvero inebriante. La Gran Bretagna, che non deve obbedire più a nessuno, ha deciso che il Green Pass inventato dalla UE “solo come documento per viaggiare” non serve più.

Doveva entrare in vigore a fine settembre, e tormentare la popolazione con permessi e QRcode per accedere a discoteche, ristoranti, cinema, insomma tutto il cucuzzaro che purtroppo ben conosciamo. Ma a quanto pare mezzo Parlamento è contrario, quindi Johnson ha deciso di riaprire tutto senza condizioni ed eliminando anche lo stato d’emergenza.

Certo, la Gran Bretagna è considerato uno Stato supervaccinato. Ma quanto, in realtà? Appena il 65% della popolazione: mentre qui il governo afferma che non basterà l’80% e occorre arrivare al 90%. Come mai allora Johnson riapre tutto, così come ha già peraltro fatto la Danimarca e da sempre anche la Svezia?

Nella comunità scientifica stanno ormai circolando molti studi che dimostrano come i vaccini siano leaky, ovvero vaccini non immunizzanti che quindi permettono la diffusione del contagio. Per loro natura i coronavirus tendono a produrre varianti con estrema velocità, e le soluzioni per uscire da una pandemia sono quindi solo due: una è quella di creare un’immunità naturale nella popolazione lasciando circolare liberamente le varianti meno letali come appunto è l’attuale variante Delta. L’immunità naturale protegge infatti anche contro gran parte delle varianti, a differenza del vaccino. L’altra soluzione è invece rincorrere le varianti con i vaccini, inoculando a tappeto l’intera popolazione ogni pochi mesi e bloccando quindi sia l’economia che la sanità.  Tutto questo meccanismo è spiegato perfettamente nel lungo Last Post di Geert Van Der Boosche, illustre epidemiologo e vaccinologo belga (ha firmato il vaccino per l’Ebola, lavorando anche con Gavi Alliance).

E’ forse questa la strada che hanno deciso di percorrere la Gran Bretagna, la Danimarca e altri che seguiranno? Probabile: considerando soprattutto che l’UK è un’isola, che esistono ancora fortissime restrizioni all’ingresso, e che quindi ci sono maggiori speranze che tale strategia possa funzionare.

Chi persegue la strategia dell’immunità di gregge naturale, dopo aver vaccinato i fragili, avrà in futuro un vantaggio enorme in termini di ritorno alla normalità. Ma soprattutto farà mangiare la polvere a tutti da un punto di vista economico, trainando la ripresa mentre gli altri saranno ancora ad arrancare tra hub, iniezioni e divieti. Gli altri, come ad esempio noi.

 

Debora Billi

View all posts

Sostieni Visione TV

2.178 of 2.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese