“Sii sempre umile e guarda al buono della vita”: Kyle Rittenhouse all’American Fest

“(…)prego per avere forza. Non ho mai pregato perchè venissi assolto. Prego solo per avere la forza di superare quel che mi accade nella vita.(…)” Ha detto Rittenhouse.

Kyle Rittenhouse è entrato all’AmericaFest di TPUSA come un eroe di guerra che torna a casa. Camminando avendo con sè una security di tutto rispetto,  ha avuto studenti, altri partecipanti e molti nei media che hanno mostrato il loro sostegno con acclamazioni, applausi e grida. Il giovane che ha appena superato la prova della sua vita è stato pienamente accolto dalla comunità giovane e conservatrice che lo ha sostenuto durante il suo processo, e lo ha visto come un esempio di verità che vince sulle menzogne, un esempio di giustizia contro la tirannia.

Su un palco davanti a un pubblico gremito, Rittenhouse si è unito a Jack Posobiec, Charlie Kirk e ai giornalisti indipendenti Drew Hernandez ed Elijah Schaffer, per discutere del processo che tanti tra la folla avevano seguito così da vicino. Non erano i dettagli del processo ciò a cui la folla era interessata, ma l’esperienza di sentire che la sua vita, il suo futuro e il suo destino erano nelle mani di una giuria di suoi pari che doveva decidere se le sue azioni fossero criminali o giustificate. Rittenhouse ha condiviso con il pubblico alcune delle emozioni che ha provato durante il suo calvario.

Dio è stato con me ogni giorno durante il processo, ha detto Rittenhouse. “Ogni giorno mi ha aiutato a superare tutto questo. Lo prego ogni singola notte. Prego per avere forza e non ho mai pregato per l’assoluzione, prego solo per la forza di superare qualunque cosa mi accada“.
A Rittenhouse è stato anhe chiesto cosa ne pensasse di coloro che si sono schierati contro di lui, incluso il membro del Congresso di New York Jerry Nadler, che ha addirittura chiesto un’indagine del Dipartimento di Giustizia su Rittenhouse.

Rittenhouse ha mandato questo messaggio a Nadler:
Lo esorterei a tornare indietro, seguire il processo e guardare i fatti prima di twittare“, ha detto Rittenhouse. Nadler è stato  il membro del Congresso che ha affermato che Antifa non esiste. Gran parte della narrativa dei media che ha ruotato attorno alle rivolte, a Rittenhouse e al processo erano bugie. I media mainstream hanno affermato che Rittenhouse ha portato una pistola da uno stato ad un altro, ma la pistola non ha mai lasciato il Wisconsin, dove è stata acquistata. L’intera questione sulla posizione dell’arma e il suo presunto trasporto avevano più a che fare con il desiderio di una maggiore legislazione sul controllo delle armi piuttosto che il caso di Rittenhouse. Rittenhouse crede che il secondo emendamento abbia avuto un ruolo importante nel dibattito accesosi attorno al suo processo.

Penso che il mio processo sia stato un esempio di come abbiano cercato di intaccare i diritti sanciti dal secondo emendamento, il nostro diritto di difenderci e di procurarci le nostre armi“, ha detto Rittenhouse. Il suo messaggio per la folla era quello di “essere sempre umili e guardare il lato positivo della vita e concentrarsi sull’oggi. Non sul domani. Possiamo vivere solo un giorno alla volta“.
La folla si è quindi riunita con una standing ovation per l’adolescente la cui vita è stata cambiata per sempre da una rivolta, da una sparatoria per legittima difesa e da un processo che ha tenuto la nazione con il fiato sospeso.

di Libby Emmons     traduzione di Martina Giuntoli

Martina Giuntoli

View all posts

Sostieni Visione TV

2.623 of 10.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 One Time

Sostieni Visione TV

2.623 of 10.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 One Time