“Mangino brioches”. La povera Maria Antonietta pare non abbia mai pronunciato questa famigerata frase. E anche se l’avesse detta, sarebbe quantomeno migliore del suo successore Emmanuel Macron che invece forse spera che noi si mangi insetti e Ogm. E proprio da Versailles, dove l’ultima regina di Francia si rinchiudeva nel suo mondo fatato sordo alle richieste del popolo, Macron promette un bel biennio di fame nera per Europa e Africa. Dopo peste e guerra ecco che arriva anche il terzo cavaliere dell’Apocalisse: carestia.

Il problema è il grano, con il quale si produce il pane, e che arriva in gran parte da Russia e Ucraina. Il presidente francese chiede di “rivalutare la strategia di produzione” alla luce della guerra in Ucraina (che ha già visto il blocco del grano dal mar d’Azov e la conseguente chiusura di pastifici storici). E dice anche: “E dunque è tanto più importante che i mercati siano lasciati aperti a livello mondiale, e non vengano ostacolati attraverso limitazioni all’export”: si riferisce forse all’unica cosa buona che l’Europa ha fatto per i suoi cittadini, ovvero i rigidissimi controlli sulle produzioni agroalimentari esterne? Come gli OGM, la carne agli ormoni, i polli lavati con la candeggina, e altre piacevoli usanze americane?

Era già tutto previsto, come cantava Cocciante. Nel 2021, mentre si discuteva di vaccini e green pass, l’Unione europea autorizzava il consumo di insetti in tavola. A novembre 2021 l’Europa, quella che controlla la curvatura delle banane e che boicotta la cucina italiana, autorizzava la locusta da mangiare. Ora, la locusta era il cibo di San Giovanni Battista, che viveva in condizioni estreme nel deserto e si vestiva di pelle di cammello. Ma l’ascesi del Battista era una sua libera scelta, qui arriviamo all’obbligo. Comunque già da tempo stavano preparando questa supposta.

Ma ci potrebbe essere un altro guaio: l’Ogm. E c’è già chi propone di cambiare le norme europee sull’Ogm. Le norme europee differiscono da quelle americane in quanto negli Stati Uniti la presenza di organismi genericamente modificati non va indicata sull’etichetta. In Europa invece sì.

Cosa significa? Significa che dopo il vaccino Mrna avremo anche il cibo OGM: addio alle famose precauzioni europee che finora hanno salvaguardato la nostra salute. D’altronde, come di recente dimostrato, anche malattie e tumori rappresentano un buon giro d’affari. Stiamo correndo sempre più rapidamente verso il precipizio.

I complottisti, passati per matti come accadde a Cassandra, pare avessero ancora una volta ragione. La guerra, come la psicopandemia, sembra sempre più solo il pretesto per distruggere il benessere e riportarci a vivere in una sorta di neofeudalesimo.

ANDREA SARTORI

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV, con i contenuti esclusivi del nostro inviato in Ucraina Giorgio Bianchi

Che ne dici di una piccolissima donazione? Il tuo aiuto è indispensabile per portare avanti la controinformazione in un momento così critico! Clicca qui per dare una mano, e mille grazie

  • 3579 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3224 Sostenitori