Da Mosca Mark Bernardini per Visione TV. Siamo alla settimana del 4-10 settembre 2023, proseguiamo con il notiziario settimanale dalla Russia. Questa settimana, finalmente, tanta analisi e meno ultim’ora, come è giusto che sia per un notiziario settimanale. Buon ascolto, buona visione e soprattutto buona Visione TV.
Una nuova mobilitazione è possibile in Ucraina. Per portare avanti la cosiddetta “controffensiva” Zelenskij ha bisogno di mettere sotto le armi altri tre milioni di persone. Ne scrive la stampa europea. La stessa Europa – come gli Stati Uniti – è pronta ad aiutare solo con armi e denaro. Inoltre, una parte significativa dei fondi non arriva nemmeno a Kiev.
I nostri spettatori forse ricorderanno le volte che vi ho parlato dello scrittore Zachar Prilepin, uno dei leader del Partito “Russia Giusta”, che, per intenderci, faceva parte dell’Internazionale Socialista, salvo poi esserne stato espulso per le posizioni sull’operazione militare speciale in Ucraina. Prilepin mesi fa fu fatto saltare col tritolo, rimase vivo per una serie di circostanze fortuite ed è tuttora in ospedale. Ha scritto un interessante articolo, dal titolo “Destra e sinistra confuse”, rivolto principalmente all’opinione pubblica russa, ma che secondo me dovrebbe dare da pensare anche alla sinistra italiana. Ve lo traduco per intero.
Il capo della diplomazia europea Josep Borrell ha dichiarato che le sanzioni imposte dall’UE contro la Russia “funzionano”.
In settimana, Marija Zacharova, la portavoce del ministero degli esteri russo, ha rilasciato un’intervista all’agenzia italiana ANSA, dove potete trovare la versione completa. Io qui vi riporto solo le tesi salienti, a cura dell’ambasciata russa a Roma.
Una copia del monumento realizzato ed eretto a San Marino in memoria delle vittime dell’attentato terroristico apparirà anche nella città di Beslan.
Pur con la diversificazione delle fonti, la mancanza di approvvigionamenti di gas dalla Federazione Russa influenzerà comunque i prezzi del carburante blu in Italia nel 2024. Ad esprimerlo è il presidente della società di analisi italiana Nomisma Energia, Davide Tabarelli.
Nei commenti a questo notiziario, leggo spesso delle invettive contro gli ebrei, rei colpevoli di ogni malefatta. E chissà perché tra questi i più infami sarebbero gli ashkenaziti, a detta di coloro che vogliono apparire più forbiti. Detta in parole terra-terra, gli ashkenaziti altro non sono che il ceppo europeo degli ebrei. E che ebrei volete che ci siano in Europa? D’altronde, sono ottant’anni che ci propinano che la seconda guerra mondiale sarebbe stato un complotto degli ebrei contro la Germania.
Proseguiamo con le canzoni legate in un modo o l’altro alla Russia e/o all’Italia. E’ venuto a mancare negli scorsi giorni Toto Cutugno, che era molto amato qui in Russia. Dunque, questa settimana è un omaggio quasi d’obbligo, in un’esibizione col coro dell’armata rossa.
Per questa settimana è tutto. A risentirci e rivederci, sempre su Visione TV!
_____________
✔️SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT65C0306916355100000009028
INTESTATO A: VISIONE TV
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

✔️SOSTIENICI TRAMITE PAYPAL E CARTA DI CREDITO: https://bit.ly/3yzNVId

✔️ Disponibile il quinto numero di “Visione, un altro sguardo sul mondo” – “Il ritorno dell’Inquisizione” – ORDINALO ORA https://bit.ly/45tEd98

✔️ISCRIVITI AL CANALE: https://bit.ly/2SQWDNI

You may also like

Comments are closed.