La rapper Nicki Minaj è contro i vaccini, e una giornalista la minaccia

«Stanno costringendo la mia famiglia a nascondersi […] Minacciare la mia famiglia a Trinidad non ti porterà bene».

In due tweet, la rapper Nicki Minaj – in questi giorni al centro di una vera e propria bufera per le sue esternazioni sui vaccini – ha accusato la giornalista del Guardian Media Ltd, Sharlene Rampersad, di aver minacciato la sua famiglia.

Minaj ha condiviso su Twitter una serie di screenshot che mostrano i messaggi inviati dalla Rampersad a suo cugino, Daniel Maharaj, per chiedergli un’intervista. Daniel aveva infatti raccontato a Minaj che un suo amico a Trinidad, dopo l’iniezione anti-Covid, era diventato impotente dopo che «gli si erano gonfiati i testicoli».

Minaj aveva condiviso con i suoi followers la notizia su Twitter, diventando virale:

«Mio cugino a Trinidad non si vaccina perché un suo amico se l’è fatto ed è diventato impotente. I suoi testicoli si sono gonfiati. Questo suo amico si doveva sposare poche settimane dopo, ora la ragazza ha cancellato il matrimonio. Quindi pregate per lui e assicuratevi di essere a vostro agio con la vostra decisione, non bullizzati».

Il racconto aveva spinto la rapper a disertare il Met Gala e a prendere pubblicamente posizione, dimostrandosi scettica sui vaccini anti-Covid:

“Se mi vaccinano non sarà per il Met. Accadrà dopo aver fatto abbastanza ricerche. Ci sto lavorando”.

La cantante aveva raccontato via Twitter di non essersi ancora vaccinata perché impegnata a fare ricerche per essere sicura delle conseguenze del vaccino, invitando comunque i fan a indossare una mascherina e stare attenti.

Gli screenshot che mostravano la conversazione tra il cugino di Nicki a Trinidad e la Rampersad sono stati rimossi da Twitter, ma i fan sono riusciti a catturare le schermate e a farli circolare online. Nei messaggi si legge l’insistenza della giornalista a ottenere un’intervista.

Alla mancata risposta di Daniel alle pressioni della giornalista, la Rampersad ha tirato in ballo la CNN, minacciando il rischio che l’emittente potesse scovarlo e divulgare il suo indirizzo:

“So che esiti a parlare con noi. Ma solo per farti sapere, la CNN è nel paese e ti sta cercando. E quando ti troveranno, non esiteranno a rivelare dove vivi o dove vive la tua famiglia o chiunque sia legato a te. Se parli con me, non riveleremo quei dettagli”.

 

Secondo Trinidad e Tobago Newsday, Sharlene è una giornalista di Guardian Media Ltd che stava portando avanti la storia riguardante il cugino di Nicki Minaj. La stessa Rampersad ha commentato su Twitter la vicenda, dichiarando di aver intrapreso una azione legale contro la Minaj.

Quando Nicki aveva twittato per la prima volta di non voler ricevere il vaccino solo per partecipare al Met Gala, Sharlene aveva risposto in modo critico in una serie di tweet. In uno dei suoi tweet, aveva commentato:

“Ciò che @NICKIMINAJ non sa o non gli interessa è che Trinidad e Tobago è attualmente in stato di emergenza. I settori economici di maggio sono chiusi e lo sono da mesi. La vaccinazione è la nostra via d’uscita”.

Le pressioni della giornalista nei confronti del cugino Daniel, sono state interpretate dalla Minaj come una vera e propria “minaccia” alla sua famiglia. La Rampersad si è invece difesa su Twitter, spiegando che quello che intendeva è che “a differenza della CNN”, il Guardian non avrebbe “rivelato questi dettagli”.

“Ciò significa” ha twittato Rampersad “che sarebbe meglio per il Guardian rilasciare un’intervista invece che per la CNN. Gli stavo semplicemente presentando le sue opzioni, NON minacciandolo”.

In un altro tweet ha scritto:

“Ho detto a @NICKIMINAJ e a suo cugino, Daniel Maharaj, che NON avrei divulgato informazioni a differenza della CNN. Questa non è una minaccia. Ora dovrò assumere un avvocato e presentare un ordine restrittivo per la mia protezione”.

Nei giorni scorsi, i media si erano scatenati contro la Minaj per smentire la notizia della reazione avversa diffusa dal cugino, bollata dagli esperti e dai media come una “bufala”.

Terrence Deyalsingh, ministro della Salute dell’arcipelago caraibico di Trinidad e Tobago, ha dovuto smentire in una conferenza stampa il tweet della rapper.

Il cinguettio della Minaj era stato commentato e condiviso sui social da decine di migliaia di utenti, approdando fino al popolare show del conservatore Tucker Carlson sulla Fox oltre che nel salotto tv di comici come Steven Colbert di “Late Show”.

Persino Anthony Fauci è stato costretto a commentare in una conferenza stampa:

“C’è tanta disinformazione sui social media. Non le do la colpa, ma dovrebbe pensarci due volte a propagare informazioni senza altra base che quella del sentito dire”.

I CDC hanno invece aggiornato la pagina ufficiale sui vaccini anti-Covid, sottolineando che “non c’è prova che alcun vaccino, compresi quelli anti-Covid, crei sterilità negli uomini e/o nelle donne”.

Alla fine è scesa in campo persino la Casa Bianca offrendo alla rapper una telefonata con uno dei suoi medici per chiarire i dubbi della rapper.

Enrica Perucchietti

vive e lavora a Torino come giornalista, scrittrice ed editor. È caporedattrice della Uno Editori e autrice di numerosi saggi di successo, tra cui ricordiamo: Fake news; Coronavirus. Il nemico invisibile

View all posts

Sostieni Visione TV

2.262 of 2.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese

Sostieni Visione TV

2.262 of 2.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese