Può capitare da un giorno all’altro, specie se è il primo giorno mondiale post covid (oggi è sparito dai media). Ti svegli, vai a controllare il tuo conto corrente in Russia e boom, non hai più accesso alla piattaforma della tua Banca. Succede, e non sai il perché, ti chiedi se siano partite le sanzioni democratiche, della stessa natura di quelle che impediscono ai non possessori di green pass di accedere a banche e poste italiane (per adesso fisicamente, domani chissà).

Un rapido e affannoso sondaggio telefonico fra amici, parenti in Russia, uffici, colleghi, e capisci che il problema è generalizzato c’è un “outage”, un black out telematico che coinvolge i più grandi istituti bancari Russi. Sberbank, VTB, Raiffeisen, banca Austriaca ma con sedi operative in Russia.

Sorge un dubbio. Che le banche Russe stiano prendendo maggiori precauzioni contro le minacce di hackeraggio giallo blu oppure che gli hacker ukraini siano già stati operativi, avendo promesso ritorsioni contro Putin (ma non erano gli hacker russi ad aver condizionato le elezioni americane? E quelli ukraini cosa facevano al tempo? Non difendevano l’impero della democrazia?).

A quanti di voi piace che i vostri risparmi, la vostra vita sia nelle mani altrui? Non solo la salute come ormai chiaro negli ultimi due anni, ma anche quegli aspetti finanziari che mandano avanti la vita di una famiglia, le faccende giornaliere.

Non bastano i fantasmi dei prelievi forzosi il cui autore oggi è stato promosso nientepopodimeno che al massimo vertice della Corte Costituzionale Italiana. No oggi se sei dalla parte sbagliata della barricata puoi trovarti senza green pass e senza soldi, anche se hai diversificato il rischio.

Questa democrazia a stelle e strisce, fatta di esportazioni militari, di continue provocazioni, di avanzamenti NATO, di Bandiere colorate sotto i profili, di buonismi superficiali ma nazistoidi di fatto, inizia ad essere più soffocante di una mascherina portata da due anni.

Sveglia popolo: il Canada e il suo premier insegnano che se inizi a dar fastidio congelamento e confisca dei tuoi risparmi sono dietro l’angolo. Vuoi davvero che questo accada?

PIERLUIGI ORATI

Visione TV è ancora censurata e penalizzata su Facebook. Invitiamo tutti a iscriversi al nostro canale Telegram!

  • 3427 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3166 Sostenitori