Green Pass, e i ragazzi fuggono dagli sport al chiuso

La notizia è relegata su Repubblica Firenze, ma il fenomeno si sta verificando in tutto il Paese: la fuga dei ragazzi dagli sport di squadra che si praticano nel chiuso delle palestre. “Perderemo una generazione”, confessa amaro un dirigente del minibasket.

Nell’articolo Repubblica accenna ai problemi legati al Green Pass, ma imputa il fuggi fuggi alla “paura dei contatti”. Giustificazione davvero risibile: nel 2020 la paura dei contatti era sicuramente maggiore rispetto ad oggi, eppure non c’è stato alcun allarme sport. I ragazzi, nello scorso autunno, si sono iscritti in palestra come sempre. Quindi quale sarà la causa di questo improvviso cambiamento nel 2021? Semplice: malgrado i media la descrivano come una risicata minoranza, in pochi si sono vaccinati, pochi hanno intenzione di farlo, e tutti preferiscono rinunciare allo sport del cuore piuttosto che sottoporsi alle inoculazioni. Quindi, niente Green Pass.

Sui social, e nelle chat di genitori e ragazzi, c’è frenetico fermento di idee per risolvere il problema. Moltissimi abbandonano il volley, la danza, il basket, il nuoto e optano per il calcio, l’atletica leggera, il tennis. Gli sport all’aperto -che non richiedono il pass, se si fa la doccia a casa- stanno conoscendo un vero boom, mentre quelli al chiuso un crollo tale da mettere a rischio l’esistenza stessa di palestre e piscine. Non solo fra qualche anno non avremo più bagnini o campioni, ma migliaia di posti di lavoro, già precari di per sé, sono in via di estinzione.

I gestori, neanche a dirlo, sono disperati. Gli allenatori anche: bastano poche defezioni per non poter avviare le squadre, e tali ritiri non sono neanche così pochi. Ma non è detta l’ultima parola: il genio italico arriva in soccorso, insieme a dei bravi avvocati. Molte palestre stanno infatti adottando escamotages -perfettamente in regola- per continuare ad accogliere i loro allievi anche al chiuso.

E’ incredibile che ci si debba ridurre a complicati trucchi legali per poter lavorare e per poter bypassare certe regole assurde. Forzare adolescenti a un trattamento sanitario servendosi dei loro sogni agonistici è stata un’idea ignobile, che si qualifica per quella che è: un abuso disumano. E noi dovremmo fidarci di costoro?

Visione TV

Visione Tv nasce per difendere la libertà di pensiero e di espressione oggi più che mai minacciata dal pensiero unico imposto da un sistema mediatico prevalente che ha perso il senso del limite e della misura

View all posts

Sostieni Visione TV

2.178 of 2.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese