Dopo aver esaminato  i dati di monitoraggio relativi al periodo 21 agosto-3 settembre, relativi alla seconda fase della campagna elettorale, il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni  ha rilasciato una nota stampa, dove si spiega che è stata “ravvisata l’esigenza di assicurare il massimo equilibrio soprattutto nella fase finale della campagna elettorale”.

Pertanto la stessa Autorità per le garanzie alle comunicazioni “ha ordinato a tutte le testate editoriali di ripristinare la parità di trattamento tra le diverse forze politiche nei notiziari, avuto riguardo anche alle edizioni principali”.

L’Agcom spiega nella nota che “i provvedimenti adottati, derivanti dagli obblighi imposti dalla legge sulla par condicio sono dettati dall’esigenza di assicurare l’equa rappresentazione di tutte le opinioni politiche nel rispetto dell’autonomia editoriale e giornalistica”.

È evidente, ci sentiamo di dirlo, che l’orientamento mediatico è stato, almeno finora, sfavorevole alla forze anti-sistema: i media mainstream selezionano abilmente programmi tv, rubriche, fasce orarie, in modo da dar maggior visibilità ai soliti volti noti della politica e troppo poco spesso la lente si ferma sugli interventi  dei rappresentanti dei partiti antagonisti che corrono in questa competizione elettorale.

 

ANTONIO ALBANESE

 

  • 2280 Sostenitori attivi
    di 3000
  • 2280 Sostenitori