Non scrivo questo articolo per il tipico lettore di American Thinker. Come me, il lettore tipico se ne va in un misto di repulsione e paura per la direzione verso cui questo paese e questo mondo se ne stanno andando. Scrivo invece per gli esploratori ed i debunker di sinistra che guardano ciò che esce su American Thinker, o per attaccarlo con commenti degni dei peggiori troll, o semplicemente per riferire ai loro capi. 

Voglio che tutti noi ci impegniamo in un esercizio mentale di Capodanno e immaginiamo dove ci troveremo, non come paese, ma come cultura, tra 20 anni.  In quel lasso di tempo, i patrioti conservatori possono vincere un paio di elezioni di medio termine, e forse anche un’elezione presidenziale, ma la cultura continuerà il suo trend per i successivi 70 anni.

E perché mai? Semplice,  perché presidenti e senatori non determinano (davvero) cosa viene insegnato ai vostri  figli, quali messaggi vengono mandati in onda  dai media mainstream, su quali velenosi progetti di ingegneria sociale i consigli di amministrazione e di fondazione stanno sprecando i loro (e i nostri) soldi, e quale moralità  è attualmente diffusa dai più svariati pulpiti. 

Quindi ecco 10 previsioni per il 2040, anche se dobbiamo tener conto che le perdiamo tutte se solo la Cina e la Russia si rendono pienamente conto di quanto siamo alla frutta e se ci costringono a svelare le nostre carte.   Il loro probabile coinvolgimento in ciò che è descritto di seguito non avverrà, tuttavia, e probabilmente fermerà la loro mano, dal momento che sarebbero sciocchi a interferire con un nemico che è intenzionato ad auto distruggersi

  1. Gli stati del Texas e/o della Florida sono divenuti blu nel 2026. Questo era il vero obbiettivo della politica delle frontiere aperte.  Ecco, ha funzionato.  Una volta che uno o entrambi questi stati sono caduti (permanentemente, tra l’altro) nel campo democratico, è finita, dal punto di vista governativo per gli Stati Uniti.  Di seguito abbiamo avuto un governo a partito unico, per quanto si potesse vedere.  L’area dei conservatori è stata mantenuta come una semplice decorazione attorno alla finta finestra della democrazia, senza che svolgesse alcuna funzione legislativa.  In termini di leggi, queste sono state  poi discusse a porte chiuse tra i centristi di sinistra e i radicali di sinistra.
  2. Nel 2027 abbiamo cominciato ad avere molto freddo d’inverno e molto, molto caldo d’estate.  In effetti, ora il caldo estremo veniva usato come arma contro il sud conservatore.  Pensa ai blackout.  Molti blackout.  Per non parlare dei blackout mirati.  La farsa climatica diretta da Pechino ha fatto centro senza problemi,  mentre la produzione di energia degli Stati Uniti e, per estensione, la sua base industriale è stata ulteriormente castrata al punto tale che la rete elettrica si è arrestata in modo distopico, mentre il mito dell’eolico e del solare portavano avanti il loro sterile  raccolto.  Il carbone americano, il gas naturale e il petrolio erano tutti diretti a ovest attraverso il Pacifico.  In inverno nel nord-est e nel Midwest, non si riusciva più a trovare legna da ardere nelle foreste poiché i cittadini scavavano sui fianchi delle montagne per mantenere i loro appartamenti caldi alla vecchia maniera, fino a quando nel 2036 fu bandita la combustione del legno.
  3. La dottrina centrale corrosiva del relativismo morale applicata alla sessualità ha dato i suoi frutti ultimi.  Quella che una volta chiamavamo pedofilia è stata integrata e codificata nel 2037. Jeffrey Epstein era semplicemente un precursore della materia.  Ai tempi, una volta sopravvissuto nell’utero, eri libero.  Non più.  Il Vaticano ha emesso una dichiarazione cautelativa, ma data la sua storia in materia, Sua Santità si è astenuto da qualsiasi condanna aperta, inoltrando la questione a un Sinodo di vescovi che rappresentano tutti i sessi per ulteriori studi.
  4. Le leggi anti-aborto non solo sono state eliminate, ma la politica del figlio unico degli Stati Uniti è diventata legge nel 2030, con conseguente aborto obbligatorio quando e dove necessario.  Le esenzioni sono state concesse solo alle minoranze etniche, anche se è diventato meno chiaro cosa fosse in realtà una minoranza entro il 2031.
  5. Quelle che una volta erano chiamate “luci di Natale” sono state bandite nel 2033 per ridurre lo stress sulla rete elettrica e per placare la popolazione musulmana in rapida crescita nel  Negli Stati Uniti. I combattimenti di strada tra città ed enclave musulmane e ispaniche divennero sempre più frequenti.
  6. La grande epidemia di colera del 2029 ha ridotto le popolazioni delle principali città degli Stati Uniti del 10% poiché le spedizioni di antibiotici dall’Asia e dall’Iran non sono riuscite a soddisfare la domanda e si vociferò che avessero inviato farmaci difettosi.  I decessi per un vaccino antinfluenzale parimenti difettoso nel 2036 avevano superato i decessi dovuti all’influenza stessa quell’anno, con numeri  eccezionalmente alti anche a causa della carenza di carburante invernale nel nord-est.
  7. I resoconti dei media sull’aumento dei crolli di ponti/gallerie e sui principali incidenti aerei sono stati pesantemente censurati entro il 2035, poiché il Dipartimento per la Soddisfazione dei cittadini ha ampliato il suo ruolo.
  8. Nel terzo anno del Piano quinquennale per i cereali del 2034, l’importazione di cereali dall’Argentina e dalla Russia ha segnato la prima necessità di mais, grano e soia importati negli Stati Uniti.  Le rivolte per il cibo sono diventate un evento sempre più comune sulle coste orientali e del Golfo.
  9. Nel 2036 furono costruiti i primi campi di rieducazione, uno nel sud della Louisiana per i negazionisti del clima e uno nel Wyoming per i colpevoli di tentata fuga in America Latina, nonché per i tradizionalisti religiosi, i nazionalisti e gli arrestati per istruzione domiciliare.  Si diceva che i rapporti sulla costruzione di strutture molto grandi da parte delle multinazionali Big Tech/Pharma appena fuori dai campi del Wyoming fossero destinati a estesi studi clinici.
  10. Nel 2040, gli stati del Massachusetts, della Columbia, di New York e del Vermont hanno presentato una petizione formale presso la sede delle Nazioni Unite a Hong Kong per dividere gli Stati Uniti in quattro regioni autonome come mezzo per segregare le sue popolazioni etniche sempre più in fermento e ridurre la necessità di coinvolgimento militare nell’ex continente americano da parte delle stesse Nazioni Unite. 

Quando hai finito di farti una bella risata, chiediti quali sarebbero le reazioni dei tuoi nonni che tornano a casa negli Stati Uniti dal 1945 e trovano un vecchietto come presidente degli Stati Uniti, un’elezione presidenziale forse rubata, la vaccinazione forzata degli americani (mettici dentro la perdita del lavoro come parte del problema, tra l’altro), una probabile pandemia mondiale causata da un virus creato dall’uomo, l’educazione di massa della gioventù americana ad una cultura di criminalità, chiese vuote, il gioioso abbraccio del transgenderismo (o altro). 

Basta chiedere come risponderebbe un veterano dell’esercito, della marina, della marina o dell’aeronautica statunitense che torna a casa dall’Europa o dall’Estremo Oriente.  Sarai parte dell’ultima generazione di americani a poter ricordare almeno con il pensiero la differenza tra un prima ed un dopo.  A coloro di quelli di sinistra che leggono American Thinker per monitorare cosa scriviamo, come vi sentite esattamente dopo che vi abbiamo raccontato il vostro ruolo negli eventi descritti qui sopra?  Quando tu stesso (o quelli che professi di amare) sarai inghiottito (e annegato) nelle onde del cambiamento sociale che generi, ci saranno rimpianti finali? 

No, non lo pensavo nemmeno io.

di James Mullin, traduzione di Martina Giuntoli

  • 2287 Sostenitori attivi
    di 3000
  • 2287 Sostenitori