Biden abbandona i cittadini Usa nelle mani dei talebani

Nel caos di Kabul, le vittime non sono solo gli afghani: inaspettatamente, cominciano a trapelare voci di cittadini americani completamente abbandonati a sé stessi, e che rischiano di fare una brutta fine.

Alcuni veterani dell’esercito Usa hanno deciso, con un’iniziativa di privata e personale, di avviare un’operazione per portare in salvo le famiglie degli afghani che hanno collaborato con gli statunitensi. Si chiama “Operazione Pineapple”, ne parla oggi Scenari Economici. Ed è proprio dai membri di questa task force improvvisata che arrivano informazioni allarmanti riguardo alla situazione dei cittadini americani sul posto. Lo riferisce il commentatore televisivo John Cardillo:

Mi giunge notizia da persone molto vicine all’Operazione Pineapple che il Dipartimento di Stato sta attivamente bloccando ogni iniziativa di evacuazione dei cittadini americani da parte dei nostri operatori volontari.
Perché?
Perché il governo USA sta abbandonando degli americani alla morte in Afghanistan?
C’è sotto qualcosa di molto sinistro.

Racconta episodi agghiaccianti il deputato texano Ronny Jackson:

Sono furioso! Il mio staff è stato al telefono tutto il giorno per cercare di portare via i cittadini americani. Sono andati varie volte ai cancelli dell’aeroporto, ma il Dipartimento di Stato non vuole aiutarli. 

Sono stati picchiati dai talebani ai check point, gli è stato detto di andarsene e tornare solo con grosse somme di denaro. Biden finirà col farli ammazzare! Ne abbiamo abbastanza, mettete subito al comando qualcuno a cui importi qualcosa!

Mentre i voli dell’Air Force si sono premurati di trasferire al sicuro in Usa ben 75mila “traduttori” afghani e famiglie, la Fox riporta che, con ogni probabilità, le migliaia di americani rimasti “incastrati” a Kabul non verranno mai soccorsi. Sono in pratica lasciati a loro stessi, almeno finché non sarà possibile trattare la loro liberazione con i talebani, naturalmente a caos finito e quindi fra chissà quanto tempo.

Intanto monta la polemica per i 13 militari americani morti nell’attacco all’aeroporto di Kabul. Genitori e parenti dei 13 giovani, tra cui due ragazze, escono allo scoperto e accusano ormai apertamente Biden per la morte dei loro cari. La Presidenza Usa è in estrema difficoltà, quasi ad un punto di non ritorno.

Amaro il commento della giornalista Caitlin Flanagan, candidata al Pulitzer:

Ci siamo raccontati la favoletta di un Biden competente, solo perché volevamo ad ogni costo liberarci di Trump.

Forse dovevano pensarci prima.

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time