E mentre impazzano le bombe in Ucraina ecco che la sinistra ne approfitta per infilarci un bel testo sullo ius soli. O meglio sullo Ius Scholae. Ovviamente tra Covid e Ucraina la cosa non ha fatto granché scalpore, ma non è comunque passata sotto silenzio, registrando anche un flebile reazione della Lega ora innamorata dei profughi ucraini al punto da voler sequestrare le seconde case agli italiani.

Ius Scholae, in perfetto stile “latinorum” di don Abbondio, significa che dopo cinque anni di scuola i figli degli immigrati diventeranno cittadini a tutti gli effetti. Il testo base è stato presentato in commissione Affari dal grillino Giuseppe Brescia, fatto che rende sempre più evidente la svolta piddina del Movimento 5 Stelle.

Nello specifico il testo recita che “Il minore straniero nato in Italia o che vi ha fatto ingresso entro il compimento del dodicesimo anno di età che abbia risieduto legalmente e senza interruzioni in Italia» e che «abbia frequentato regolarmente, nel territorio nazionale, per almeno cinque anni, uno o più cicli scolastici» o percorsi di istruzione e formazione professionale «acquista la cittadinanza italiana».

Lo straniero può comunque rinunciare alla cittadinanza “se in possesso di altra cittadinanza” e se i genitori non fanno richiesta di cittadinanza “l’interessato acquista la cittadinanza se ne fa richiesta all’ufficiale dello stato civile entro due anni dal raggiungimento della maggiore età“.

Le Lega, che forse non vuole proprio scomparire del tutto, ha presentato un primo stop a questo disegno di legge.

“E’ uno ius soli mascherato” è infatti questa la reazione di Igor Iezzi, capogruppo leghista in Commissione Affari.

“Il solito cavallo di Troia per allargare le maglie del riconoscimento della cittadinanza italiana. – continua Iezzi– Pd e 5S evitino di ingolfare i lavori della commissione con un provvedimento che non passerà mai. Se non se ne sono ancora accorti, c’è una guerra in Ucraina e il costo stratosferico delle bollette a cui pensare”. Notiamo come tra le emergenze elencate dal capogruppo del Carroccio manchi totalmente quella legata a vaccini e Covid. E’ passata di moda, ora gli italiani verranno uccisi per fame con la scusa della guerra.

E magari questi giovani stranieri che verranno naturalizzati serviranno per avere nuovi schiavi sottopagati perché questo si nasconde dietro la retorica immigrazionista.

Cari studenti stranieri, vi conviene rifiutarla la cittadinanza italiana. Non è un grande affare.

ANDREA SARTORI

Visione TV è ancora censurata e penalizzata su Facebook. Invitiamo tutti a iscriversi al nostro canale Telegram! (finché dura pure Telegram…)

Che ne dici di una piccolissima donazione? Il tuo aiuto è indispensabile per portare avanti la controinformazione in un momento così critico! Clicca qui per dare una mano, e mille grazie

  • 3541 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3197 Sostenitori