“Wikipedia, l’enciclopedia libera”, se non fosse per il fatto che viene modificata non da semplici utenti, ma dai servizi segreti. E’ quello che traspare da un’inchiesta del Frankfurter Allgemeine Zeitung. Il prestigioso giornale tedesco ha rivelato che la BSI, ovvero l’Ufficio federale per la sicurezza dell’informazione che controlla sia i dati internet dei servizi segreti esterni ha fatto ben 17mila modifiche su Wikipedia.

Che Wikipedia subisse modifiche “politiche” era cosa ben nota, specie in momenti come questi in cui vi sono argomenti “caldi” che necessitano modifiche su Wikipedia. Si conosce il caso dei medici non allineati sul Covid e vaccini che si sono visti modificare le loro voci su Wikipedia o le modifiche sulle voci riguardanti il battaglione Azov o il rogo di Odessa che hanno teso a nasconderne la matrice nazista. Che Wikipedia fosse politicizzata non era più in discussione. E lo stesso co-fondatore dell’enciclopedia Larry Sanger lo ha ammesso.

Ma qui si parla di servizi segreti. E su cosa vrebbero messo le mani gli 007 tedeschi? Ovviamente sulle voci riguardanti il gas russo. Ma non solo. Alcuni anni fa, durante le sue ricerche sul cosiddetto Nationalsozialistischen Untergrund (NSU), il giornalista freelance Christian Fuchs è rimasto sorpreso di aver avuto accesso al suo “sito web privato” tramite sei indirizzi IP in pochi giorni. Gli ospiti sono arrivati ​​tramite gli hub Internet di Bonn e Berlino. «Gli indirizzi appartengono all’Ufficio federale per la sicurezza dell’informazione. Fuchs si era registrato su Wikipedia per tali ricerche e chi scrive su Wikipedia è solo in parte trasparente. In linea di principio, tutte le modifiche vengono memorizzate in modo permanente nella cronologia delle versioni di un articolo di Wikipedia. Ma se ti registri, puoi scegliere qualsiasi nome utente e sei anonimo. Se non accedi, solo l’indirizzo IP è nella cronologia delle versioni, ma non è sempre possibile risalire all’utente . Quindi i giornalisti che fanno ricerche su tematiche scomode sono tenuti sotto controllo dai servizi segreti.

Ripetiamo: che Wikipedia non fosse libera già si sapeva: l’enciclopedia è controllata a livello mondiale da un gruppo di “ex” agenti dell’MI6 e il governo di Israele interviene personalmente per apportare modifiche alle voci riguardanti il Medio Oriente, ma solo ora sappiamo che l’intelligence di un Paese occidentale interviene direttamente e modifica le voci, oltre a tenere d’occhio gli utenti registrati e non.

Questo è molto inquietante e mostra comunque il lato “orwelliano” di queste tecnologie. Ma qui non si tratta solo di riscrittura della Storia, cosa cui stiamo assistendo da molto tempo. Si tratta anche oramai di Stato che controlla il tuo pensiero anche solo in base a quello che consulti.

In una scena del film “Seven”, girato in età pre-internet, Morgan Freeman spiegava a Brad Pitt che l’FBI teneva d’occhio gli utenti che nelle biblioteche chiedevano in prestito testi “all’indice” come il Mein Kampf. E se questo accadeva in età pre-web figurarsi ora. Quindi anche se per curiosità storiche consulti la voce “Adolf Hitler” potresti essere messo sotto osservazione.

La tecnologia sta diventando sempre più inquietante.

ANDREA SARTORI

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV. E per aiutarci a sostenere le spese per un’informazione di qualità, cliccate qui: anche un piccolo contributo è importante!

  • 3531 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3192 Sostenitori