Di fronte alle gravi accuse avanzate dal Dicastero per la dottrina della fede Mons. Viganò non si scompone e ribatte: “La Chiesa di Bergoglio è alle dipendenze di Davos”. I giornali mainstream si accaniscono contro Viganò, dipinto come un “complottista” e un “visionario”. Per Il Corriere Viganò è un “no vax” mentre Repubblica definisce il Monsignore un “complottista”. La Verità offre sulla vicenda un taglio un tantino più serio ricordando tra l’atro le malefatte del ministro Speranza al tempo della follia psicopandemica

You may also like

Comments are closed.