Da: UC San Francisco Harvests Preborn Baby ‘Genitalia,’ ‘Gonads’ | The Daily Wire

Di Ben Zeisloft

Un gruppo pro-vita ha scoperto che l’Università della California-San Francisco (UCSF) sta raccogliendo i “genitali” dei bambini abortiti – comprese le “gonadi” – per esperimenti.*

Ai sensi del California Public Records Act, Pro-Life San Francisco ha richiesto informazioni sui protocolli per aiutare i bambini nati vivi a seguito di tentativi di aborto, nonché “registri di approvvigionamento di tessuto fetale umano”.

Secondo Live Action:

Pro-Life San Francisco ha fornito a Live Action News i registri di approvvigionamento dei tessuti che ha ottenuto, che sono indicati come “Elenchi di arrivo/partenza e raccolta”, presumibilmente riferendosi all’arrivo e alla partenza degli stessi acquirenti, i cui orari di entrata e uscita sono registrati, oltre alle parti effettivamente raccolte. Dalle date sembra che l’attività di raccolta dei tessuti fetali non abbia perso un colpo mentre altre attività sono state completamente chiuse durante i rigidi blocchi di COVID-19 in California.

Di particolare rilievo è la frequenza con cui gli organi riproduttivi compaiono in queste liste. Su 43 registri, 42 documentano l’espianto di genitali e/o gonadi. Sembra ironico che questi “scienziati”, che lavorano per un’istituzione che si pone in prima linea nella battaglia per la cosiddetta “giustizia riproduttiva”, trascorrano le loro giornate mutilando gli organi riproduttivi di persone le cui vite sono state brutalmente interrotte sotto la bandiera di “scelta riproduttiva”.

Live Action ha notato che i membri dello staff che si scambiano i registri dei tessuti via e-mail includono smancerie quotidiane nelle loro corrispondenze, come “Buon fine settimana!” e “Buon Giorno del Ringraziamento!”.

Live Action ha anche cercato informazioni sul protocollo per aiutare i bambini che sopravvivono agli aborti: nella con gli avvocati di Pro-Life San Francisco, gli avvocati di UCSF hanno ammesso che, per quanto riguarda le prime due richieste, non c’erano documenti da consegnare, perché UCSF/Centri di Women’s Options (cliniche abortiste) non hanno un protocollo per determinare la possibilità di soppravivvenza dei bambini all’aborto, o per fornire loro assistenza.

Questa è una tacita ammissione della possibilità che i bambini sopravvissuti all’aborto vengano semplicemente lasciati morire, senza nemmeno la fornitura umana di base delle cure palliative.

Presso i Women’s Options Centers dell’UCSF la vita di ogni bambino sopravvissuto all’aborto dipende dal capriccio dell’abortista pagato per ucciderlo.

La mancanza di un protocollo per determinare la possibilità di soppravivvenza non è una sorpresa, per diversi motivi. È stato dimostrato che la possibilità di sopravvivenza è un concetto essenzialmente privo di significato, poiché la scienza e la tecnologia avanzano sempre in modi che consentono ai bambini di sopravvivere al di fuori dell’utero in età sempre più precoce. “La possibilità di sopravvivenza” è un obiettivo in movimento che inevitabilmente varierà da individuo a individuo.

Pro-Life San Francisco ha inoltre specificato che ci sono più di 100 “programmi di formazione sull’aborto attivi” sponsorizzati da UCSF – e almeno in parte finanziati da Warren Buffett [finanzatore ultra-miliardario] – in tutti gli Stati Uniti. Molti degli esperimenti dell’università “si basano su una fornitura mensile di feti dalle interruzioni ritardate di gravidanza provenienti da aborti selettivi”.

In tutta la nazione, Planned Parenthood da solo ha effettuato più di 350.000 aborti nell’ultimo anno, una cifra che ammonta a 972 aborti al giorno e 41 aborti all’ora negli Stati Uniti. In altre parole, Planned Parenthood esegue un aborto ogni novanta secondi.**

*Nota aggiuntiva: a fine Maggio 2021 il Senato Americano ha bocciato per un pelo un emendamento Repubblicano che avrebbe criminalizzato la creazione di alcuni tipi di chimere, o ibridi uomo-animale, a fini di ricerca. Il voto è stato di 49-48 con tutti i Democratici del Senato, incluso il senatore indipendente Bernie Sanders del Vermont e Angus King del Maine, che hanno votato contro l’emendamento. Tutti i Repubblicani hanno votato a favore. Il Sens. Thom Tillis del North Carolina, Joe Manchin del West Virginia e Marsha Blackburn del Tennessee non hanno votato.

Più spesso di quanto non si pensi, questi esperimenti utilizzano materiale tratto da feti abortiti.

Senate Democrats Vote Down Amendment That Would Have Banned Certain Human-Animal Hybrid Experiments | The Daily Caller

**Nota aggiuntiva: lo Stimulus Bill (legge di stimolo) firmato da Biden a marzo ha esentato 459 miliardi di dollari dalle restrizioni di lunga data sui soldi dei contribuenti destinati direttamente all’aborto. Ciò includeva il linguaggio dell’emendamento Hyde che impedisce i dollari delle tasse per gli aborti domestici e l’emendamento Helms che impedisce i dollari delle tasse per gli aborti all’estero.

Biden’s Taxpayer Funding for Abortion Far Outspends Obama – The Georgia Star News

Traduzione di Molly Johnson

  • 2270 Sostenitori attivi
    di 3000
  • 2270 Sostenitori