Bella, fiera e disperata: Siamo una Nazione distrutta, chiediamo l’aiuto della comunità internazionale. La richiesta d’aiuto di questa ragazza australiana sta facendo il giro del web, e per noi è terribilmente straniante: siamo abituati a sentire questi appelli da finte bambine siriane e da altrettanto finti “dissidenti” libici, quasi sempre telecomandati, mentre qui si tratta di un Paese democratico ed evoluto che non ha mai fatto notizia.

E invece l’Australia, “immensa prigione”, è in guerra. In guerra contro i suoi stessi cittadini: oppressi da 6 lockdown durati nove mesi, con coprifuoco imposti dall’esercito, inseguiti per le strade dalla “Polizia delle mascherine”, picchiati se osano ribellarsi, forzati ai vaccini con punizioni e minacce, i cittadini australiani sono stremati. Se Israele è il Paese capofila per i vaccini, e l’Italia per il green pass, l’Australia vanta il triste primato di una repressione che fa invidia alle dittature sudamericane.

Qualcuno ascolterà il loro appello? O questi nostri fratelli degli antipodi saranno lasciati ad inabissarsi nel lontano Pacifico, ignorati dal mondo intero mentre il loro Paese viene distrutto?

DEBORA BILLI

  • 3427 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3166 Sostenitori