Una delle eredità del defunto governo Draghi è stato decisamente il caro-bollette. Una stangata epocale che ha colpito soprattutto le famiglie che già, come recita un triste mantra sin troppo ripetuto, faticano ad arrivare alla fine del mese.

Ma l’eredità del caro bollette, conseguenza della sciagurata politica di mettere gli interessi atlantici e statunitensi davanti a quelli di casa propria, non colpisce certo solo le famiglie. Colpisce anche, e forse soprattutto, le aziende private. Già bar, ristoranti e affini hanno costi di gestione quasi insostenibili in tempi normali tra affitti, bollette già particolarmente care e tasse assassine da Stato socialista. Figurarsi in tempi come questi. E altre aziende, ancora peggio.

E’ esattamente quello che è successo allo stabilimento della Tirso di Muggia di Trieste un’azienda tessile che si è vista recapitare una bolletta da 1,6 milioni di euro. E cosa è successo? Che la Tirso è stata costretta a mettere in ferie forzate i 270 dipendenti. Il caro bollette ha ovviamente una ricaduta sui lavoratori che sono sul punto di perdere il posto

La Tirso fa parte di Fil Man Made Group, che ha sedi in Cina, Portogallo e Turchia. Quindi la prossima potrebbe essere quella di delocalizzare. La Regione Friuli Venezia Giulia ha subito convocato un tavolo, uno di quegli inutili tavoli convocati dagli apparati parassitari del parassitario Stato italiano, ma Andrea Parodi, l’amministratore delegato, ha detto chiaramente che il costo dell’energia è “insostenibile” anche se si vorrebbe evitare di chiudere lo stabilimento.

Tra stupide sanzioni sull’energia imposte da oltreoceano, dove ci costringono a combattere guerre non nostre, e altrettanto demenziali imposizioni UE su tasse e regole che vengono da noi recepite supinamente, l’operazione “smantellamento dell’economia italiana” procede a grandi passi. L’autunno sarà drammatico, l’inverno ancora peggiore. Se si continua su questo passo avremo un Paese deindustrializzato. Ma forse è proprio questo l’obiettivo: distruggere noi per “salvare” le sorti di qualcun altro.

ANDREA SARTORI

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV. E per aiutarci a sostenere le spese per un’informazione di qualità, cliccate qui: anche un piccolo contributo è importante!

  • 4554 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3565 Sostenitori
 
 

Ultimi Video