I “complottisti” lo avevano capito subito: il green pass era la prova generale e d’altronde lo ammettono anche loro. Vittorio Colao, ministro per l’innovazione tecnologica e la “transizione” (quando c’é di mezzo la parola transizione la fregatura è assicurata) digitale del governo Draghi ha annunciato la nascita di IDPay .

Di cosa si tratta? Ascoltiamo le parole di Colao: “si potranno erogare tutti i tipi di bonus, da quelli statali a quelli comunali, direttamente ai cittadini aventi diritto, digitalmente e senza che si debba richiederli, anche direttamente all’atto di acquisto del bene e del servizio, con il vantaggio dell’immediatezza per il cittadino. La piattaforma permetterà di notificare in formato digitale tutti gli atti amministrativi di valore legale, senza raccomandate, che sono costose per i cittadini, senza code agli sportelli, direttamente sulla AppIO, e senza bisogno di stampare e archiviare“.

Ovviamente Colao ci tiene a sottolineare il “lato comodo” della faccenda: niente più code, niente più raccomandate. Ma soprattutto, niente più contanti. Perché il contante è tanto brutto.

“La battaglia per avere meno contanti e più cashless è una battaglia per digitalizzare il paese e aumentare la produttività e la competitività delle piccole imprese”. Cashless. Quando questi manager usano l’inglese bisogna stare in guardia, è come il latinorum di don Abbondio: serve a fregarti. Di fatto il “cashless” serve solamente ad avere un controllo più stringente sul cittadino e a “cancellarlo” qualora non sia più gradito al governo. Abbiamo visto in questi giorni diversi casi di conti di cittadini russi (non oligarchi, ma semplici cittadini) e dei rispettivi coniugi bloccati solo per via della cittadinanza. E con al potere l’Uomo che bloccò i bancomat greci causando una vera “strage di civili” non c’é da stare troppo tranquilli.

Quella del cashless è una fissa dell’ex Ad di Vodafone ora ministro. Ricordiamo che Colao fu a capo della task force voluta dal governo Conte in pandemia e che già allora spingeva per l’abolizione del contante.

Colao è stato anche il vero architetto del famigerato green pass. Quello cui stiamo assistendo è l’evoluzione del green pass, che ci trasformerà tutti in un Qr Code, ovvero in codici a barre ambulanti: si arriva così finalmente al credito sociale, l’unica cosa cinese che piace a Draghi l’amerikano.

ANDREA SARTORI

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV, con i contenuti esclusivi del nostro inviato in Ucraina Giorgio Bianchi. Per aiutare Visione TV a sostenere le spese per la missione di Giorgio Bianchi, clicca QUI: anche un piccolo contributo è importante!

  • 3535 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3194 Sostenitori