Omicron “un raffreddore”? Lo pensano anche Zangrillo, Bassetti, il Corriere e… Bill Gates

omicron raffreddore

di Omicron L’avevamo già scritto un mese fa: Omicron è la variante soft, quella che (si spera) immunizzerà finalmente il mondo senza fare male a nessuno. A fine novembre se ne erano accorti gli scienziati sudafricani, e poi molti altri in varie nazioni, ma la notizia non era mai arrivata al mainstream, al nostrano CTS -che di scienza pare saperne poco viste le figure barbine che inanella-, e al governo italiano che come un panzer resta fermo sulla linea Gustav: moriremo tutti, chiudiamoci in casa, lockdown, strette e proibizioni.

Ma davanti all’evidenza ormai anche i bambini hanno capito, come nella favola del re nudo che tante volte abbiamo ricordato in questi mesi. Terapie intensive semivuote, decine di migliaia di positivi al tampone, nessuno si ammala gravemente: e no, non è “merito del vaccino”, ma merito esclusivamente della Omicron. Così, anche i virologi televisivi cominciano a metter fuori la testolina e a sottolinearlo: ha cominciato Zangrillo del San Raffaele, il più anticonformista, dichiarando in un’intervista che “è assolutamente falso che di Omicron si muore”, e poi in un tweet “Santo Stefano, ore 10 a Milano. 200 metri di coda per alimentare le casse delle farmacie, il terrorismo giornalistico e certificare la morte del Paese” e in un altro: “Questa sera in Pronto Soccorso mi sono fermato a parlare con i ragazzi della Croce Bianca: ‘A Milano nessuna pressione, solita routine’. Perché i media ci raccontano altro?.

Zangrillo se la prende insomma col terrore mediatico su una variante innocua, ma chi sorprende è Matteo Bassetti. Dopo l’ignominiosa performance dei tre tenori che a Natale invitavano al vaccino con quella canzoncina da sotterrarsi, Bassetti si è ricordato finalmente di essere un medico e ormai da giorni su Facebook la racconta tutta riguardo ad Omicron. Così stamattina:

Anche le figure di questo ultimo articolo scientifico dimostrano che Omicron causa meno danni ai polmoni di Delta. I colleghi sudafricani, inglesi, americani, danesi, scozzesi che hanno visto da vicino Omicron dicono che nei vaccinati è poco più di un raffreddore. E da noi? Continua la campagna di allarme e terrore.

Bassetti si chiede poi se al governo e al CTS hanno letto gli articoli scientifici che dimostrano l’innocuità di Omicron. Ce lo chiediamo anche noi.

Persino il Corriere, poi, oggi titola “Il Covid sembra raffreddorizzarsi”, ammettendo che “gli ospedali non sono sotto pressione neanche nella Londra da un milione di casi”. Ci si trincera ovviamente ancora sulla linea Gustav, cioè che il raffreddore di Omicron è riservato ai vaccinati mentre per i novax c’è pianto e stridor di denti, ma nell’insieme il racconto del terrore si sta sgretolando e presto dovranno trovare un modo dignitoso per uscirne.

D’altronde lo sta preannunciando lo stesso Bill Gates. Dopo essere stato il promotore globale della paranoia pandemica, nonché propugnatore di vaccini a tappeto, ora su Twitter lancia il sasso del dubbio: “Omicron si diffonde così in fretta che l’ondata durerà al massimo 3 mesi. (…) La pandemia potrebbe finire nel 2022. Naturalmente raccomanda di vaccinarsi, ma sotto sotto ipotizza anche lui che Omicron sarà la pietra tombale del Covid. Visto il soggetto, però, speriamo che non abbia qualche altra sorpresa in serbo.

DEBORA BILLI

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time