Sempre fedele alla “Scienzah” il prof. Massimo Galli (per gli amici “Hully Gully”) cerca in tutti di rinverdire le bellezze del “lockdown”. In piena nostalgia per le chiusure coatte, il grande infettivologo cerca di farsi rinchiudere pure adesso per dare il buon esempio. In questo senso va interpretato il rinvio a giudizio del noto luminare. La Verità intanto denuncia i tentativi di indottrinamento messi in piedi nelle scuole da parte di Pfizer. Per Il Corriere il governo italiano ha trovato il sospirato gradimento degli americani che paragonano Meloni ad un “budino” (sempre meglio di una “coda alla vaccinara”). Per Repubblica i populisti, negazionisti e putiniani puntano sul “fattore tempo” per regolare i conti con il dolce Zelensky

You may also like

Comments are closed.