Si continua a scavare nella tana del bianconiglio, e viene fuori tutto: anche le strategie del grande esperto Anthony Fauci, la cui immagine ne sta uscendo sempre più a pezzi. Non bastavano le notizie sulle torture inflitte a cuccioli di cane. Abbiamo anche notizie della sua personale macchina del fango contro quegli scienziati che proponevano di contrastare la pandemia senza lockdown e restrizioni.

La notizia arriva da una fonte non certo di parte trumpiana o simile: è la House Select Subocommittee on the Coronavirus Crisis, la sottocommissione governativa sulla pandemia. E’ proprio la sottocomissione ha rilasciato alcune email che rivelano la strategia del “signore delle mosche”: Fauci e il suo boss Francis Collins, il direttore dell’ US National Institutes of Health (NIH) hanno concordato una campagnaveloce e devastante” al fine di screditare “tre epidemiologi marginali”.

E chi sarebbero questo tre epidemiologi marginali? Marginali non tanto, se destano preoccupazione al re del terrore covidista: si tratta della Dichiarazione di Great Barrington che propone un altro tipo di approccio per porre termine alla pandemia: la cosiddetta “Protezione Focalizzata” (Focused Protection).

Ecco uno stralcio della Dichiarazione:
“Con il passare del tempo, la nostra comprensione del virus sta crescendo. Sappiamo che l’incidenza della mortalità da COVID-19 è più di mille volte superiore negli anziani e nei malati rispetto ai giovani. Infatti, per i bambini, COVID-19 è meno pericoloso di molte altre patologie, tra cui l’influenza.

Con l’aumento dell’immunità nella popolazione, il rischio di infezione per tutti, compresi i più vulnerabili, diminuisce. Sappiamo che tutte le popolazioni alla fine raggiungeranno l’immunità di gregge – cioè il punto in cui il tasso di nuove infezioni diventerà stabile – e che questa immunità può essere aiutata (ma non dipende) da un vaccino. Il nostro obiettivo dovrebbe quindi essere quello di ridurre al minimo la mortalità e i danni sociali fino a raggiungere l’immunità di gregge.

L’approccio più umano, che bilancia i rischi e i benefici nel raggiungimento dell’immunità di gregge, è quello di permettere a coloro che sono a minimo rischio di morte di vivere normalmente la loro vita per costruire l’immunità al virus attraverso l’infezione naturale, proteggendo al meglio coloro che sono a più alto rischio. Noi chiamiamo questa strategia “Protezione Focalizzata”.

Il focus dell’attenzione su soggetti fragili, nessuna restrizione, vaccino non indispensabile, ma immunità di gregge. Ovviamente questo fa cadere il castello di carte di paura sanitaria costruito in questi anni. Bisogna assolutamente distruggere la credibilità di questi epidemiologi.

Il tandem Fauci-Collins prende di mira tre scienziati della Great Barrington Declaration: Martin Kulldorff, epidemiologo ad Harvard, Sunetra Gupta, epdemiologo a Oxford, and Jay Bhattacharya, esperto di politiche sanitarie a Stanford, accusandoli in un editoriale apparso su Wired di non seguire il “metodo scientifico”, la formula con la quale i Torquemada sanitari accusano di eresia.

Collins loda l’allievo, il quale si lancia in un altro editoriale su The Nation in cui attacca l’approccio dell’immunità di gregge. Fauci poi scrive una mail a Deborah Birx, coordinatrice della Casa Bianca per la risposta al Coronavirus, chiedendole una forte risposta contro la Dichiarazione di Great Barrington.

Ecco cos’é “la scienza”. Nulla di scientifico, ma una guerra tra bande. Questi “epidemiologi marginali” mettevano a repentaglio la narrazione terroristica che va avanti da due anni (e a Fauci, essendo un sadico, non può andare a genio l’approccio), e il giro d’affari vaccinale.

E’ un nuovo lysenkoismo. Come Lysenko, l’agronomo di Stalin, faceva deportare tutti gli scienziati che si ostinavano a seguire le leggi di Mendel (all’indice perché scoperte da un prete), così Fauci distrugge gli scienziati che non seguono il suo approccio. Per la storia: l’approccio lysenkoista si risolse in un disastro per l’agricoltura sovietica. l’approccio di Fauci e dei suoi seguaci è ugualmente una Caporetto sanitaria, e lo abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni.

ANDREA SARTORI

  • 3440 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3169 Sostenitori