di Elena Basile.

Oggi sul Fatto Quotidiano ottimo articolo di Barbara Spinelli. Naturalmente censurato dalla rassegna stampa della Farnesina

Gli articoli di Spinelli, Travaglio di Sacks, di Mearsheimer , di Baud, i miei naturalmente e quelli di tanti altri non esistono per la cupola ministeriale.

I diplomatici leggono soltanto i giornalisti che ripetono acriticamente la narrativa occidentale sui conflitti.

Si può tollerare un tale paternalismo, una deriva oscurantista in una democrazia liberale del XXI Secolo?

E i giovani diplomatici? In questo clima di censura medievale crescono e diventeranno la nuova cupola di un ministero screditato. Se penso che in passato esisteva Farnesina democratica

Ecco, questi sono i segnali del nuovo liberalismo autoritario nel quale viviamo. È in tutte le Amministrazioni e imprese si serra la stretta contro il dissenso.

Così muore la libertà di pensiero, il ragionamento. Così si va verso la guerra dichiarata nel comunicato G7 alla Russia. Così a Gaza la pulizia etnica si compie. Così gradualmente muore un uomo solo nel cuore dell’Europa: Julian Assange.

 

Tratto da: https://t.me/elenabasilepublicchanel/93.

You may also like

La NATO è in guerra

 di Gaetano Colonna.  L’attenzione dei media al vertice NATO di Washington si è focalizzata soprattutto sugli aspetti più folcloristici, a ...

Comments are closed.