La lista delle fake news fabbricate ad arte per giustificare massacri è pressoché infinita. Ma nonostante ciò, l’opinione pubblica continua a cadere vittima di questa strategia di manipolazione. Ultimo caso in ordine di tempo, le fake news sui bambini decapitati e sugli stupri di massa a Gaza.
Menzogne montate ad arte per rendere accettabile un’operazione di pulizia etnica probabilmente premeditata da tempo.
Ma la propaganda non serve solo a questo, lavora anche a livello subliminale omologando, orientando e producendo ‘senso comune’.
Ne parliamo oggi al talk di Visione TV condotto da Giorgio Bianchi, con Adalberto Gianuario, Enrica Perucchietti e Roberto Quaglia.

You may also like

Comments are closed.