La crudele lezione che viene dall’Austria

Alla fine degli anni ’90, una volta mi sono lamentato della qualità dell’acqua del rubinetto con i miei colleghi tedeschi a Bonn, in Germania.  Sapeva di silicone.  Una cosa disgustosa.  Ma, alle mie parole, hanno saputo rispondere solo che l’acqua era ottima e che se sapeva di silicone era perché doveva essere bonificata.  Terminarono dicendo che altrimenti l’acqua l’avremmo esaurita.  La mia reazione divertita che il silicone non è acqua e che dopo tutto ci trovavamo a poche miglia dall’enorme fiume Reno non mi ha fatto apprezzare dai miei colleghi.  Tutti sapevano che ogni cosa tedesca era di qualità superiore, a quanto pare, a parte me che mi lamentavo dell’acqua.

All’epoca avevo una vecchia amica ebrea russa a Stoccarda con la quale discutevo spesso di incomprensioni culturali.  Una volta mi ha raccontato di una vecchia barzelletta russa sull’acqua del rubinetto con cui si prendevano in giro usualmente gli ebrei. “Se non c’è l’acqua del rubinetto, allora gli ebrei l’hanno bevuta tutta”.  Gli ebrei sono sempre stati un buon bersaglio per deviare la colpa dei massicci fallimenti delle società europee e dei loro “Cesari” (“zar” e “kaiser”).  La mia vecchia amica era immigrata in Germania come rifugiata ebrea in pensione nello stesso periodo in cui io avevo trovato lavoro lì.  Amava la Germania, ma lei, saggia qual era, mi avvertiva sempre (il suo cosiddetto figlio non ebreo “adottivo”) che il sistema politico e le condizioni sociali non erano cambiati in Germania quanto tutti pensavano.

I ricordi della vecchia Germania che ho vissuto mi sono tornati in mente quando ho letto di recente che l’Austria vuole rimuovere i non vaccinati dalla società.  Il loro crimine?  Uccidere i vaccinati con la malattia da cui i vaccini proteggono i vaccinati (suona logico come l’acqua del rubinetto, no?!).  Non ho ancora letto che vogliono uccidere qualcuno, ma presumo che li rimuoveranno dalla società (deportati forse in campi per non vaccinati?)  Gli austriaci non vaccinati dovranno nascondersi in scompartimenti segreti nelle loro case finché la follia non avrà fatto il suo corso?

I dettagli di ciò che ho letto hanno fatto sembrare che le misure estreme in Austria fossero motivate più dal desiderio di nascondere i precedenti fallimenti delle politiche COVID dei kaiser austriaci che per proteggere le persone.  Poiché questi imposizioni legate al COVID iniziano a sembrare più simili ad esperimenti di Frankenstein finiti male, coloro che le hanno portate avanti cercheranno capri espiatori, non diversamente da quanto è successo con la fallita gestione economica dei governi socialisti negli anni ’30 in Austria e Germania.  La ragione per cui i moderni kaiser austriaci (e i kaiser americani Biden e Fauci) possono farla franca con livelli crescenti di estremismo COVID è che molti, forse la maggioranza, dei buoni austriaci (e dei buoni americani) supportano tali misure. Questo mi è stato brutalmente ricordato durante una recente telefonata intercorsa con una vecchia amica americana.  Le ho detto che avrei dovuto lasciare il mio lavoro il 4 gennaio a causa del mandato COVID di Biden.  Mi aspettavo compassione, ma lei non mi ha detto assolutamente nulla.  Il suo silenzio altro non era che  il suo modo gentile  per dire che meritavo di perdere il lavoro perché i non vaccinati come me (avevo il COVID) sono responsabili della morte di tanti.  Non la sua obesità permanente o l’abitudine al fumo per tutta la vita di suo marito che gli  ha provocato un ictus debilitante a metà dei 50 anni.  Nel suo piccolo mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie, il Deep State non può sbagliare.

Come mai?  Il Deep State è stato il suo datore di lavoro e le ha permesso di andare in pensione a 55 anni con piena retribuzione e benefici.  Era un pompiere,o una poliziotta?  No, era un’insegnante sindacalizzata in una scuola gestita dal governo.  Un lavoro così duro che puoi andare in pensione a 55 anni. I suoi benefici per la pensione sono fantastici.  Ha anche messo suo marito sulla sua assicurazione.  Sostiene pienamente il Deep State (non i deplorevoli contribuenti) che le ha dato tutto ciò che ha adesso  Quando è iniziata tutta questa follia sul COVID, mi ha rimproverato per aver suggerito che il burocrate più pagato d’America (Kaiser Fauci) avesse creato il COVID finanziando la ricerca sulla gain of function nei laboratori di armi biologiche del PCC.  Ha detto: “Non voglio sentire una parola storta sul mio Fauci”.

Non cambierà mai il suo atteggiamento nei confronti di Fauci.  Ha riposto la sua fiducia e ha basato la sua reputazione sul Deep State e sarà  sempre ferma nella convinzione che se le cose vanno male, certamente non è colpa dei kaiser.  Questa mentalità le è servita per tutta la sua vita come impiegata governativa sindacalizzata, perché abbandonarla proprio adesso? Odiava Trump, ovviamente, perché era una minaccia per il sindacato degli insegnanti del Deep State a cui apparteneva.  Dice di pensarla così  perché Trump è  un uomo rozzo, e soprattutto non vede nulla di sbagliato in tutto ciò che Joe Biden e la sua famiglia hanno fatto, o negli assalti del partito democratico ai pilastri dello stile di vita americano (che, ovviamente, lei avversa , anche se non e’ ancora apertamente schierata contro il partito democratico).

 Dove stiamo andando tutti?

Gli storici spesso si pongono la domanda Perché la maggior parte dei tedeschi ha seguito Hitler, quando resistere avrebbe comportato pochissimi rischi personali?”  Bene, rispondo così , cari storici geniali, forse perché Adolf, figlio di un funzionario del governo austriaco di successo, ha promesso di mantenere al suo posto il Deep State tedesco, che era quello che manteneva il vasto esercito di dipendenti del governo tedesco e molte aziende tedesche private che dipendevano dal Deep State stesso ( come ad esempio le fabbriche di munizioni).  Inoltre ha convinto una massa critica di deplorevoli tedeschi ad assecondare le sue bizzarre teorie sulla vittimizzazione della razza superiore per mano di razze inferiori (quasi logiche quanto i vaccini che non vaccinano), consentendo l’isolamento professionale e sociale di chiunque  ha messo in dubbio i “fatti verificati come veri dal sistema”.

Uno dei motivi per cui ora corrono a vaccinare il maggior numero possibile di persone è quello di isolare coloro che non vogliono “seguire la scienza” – eretici come me, che non hanno mai avuto problemi a mangiare cibi geneticamente modificati accuratamente testati , ma hanno un grosso problema con l’iniezione di trattamenti genetici sperimentali. I paragoni con la Germania degli anni ’30 potrebbero continuare, e non sottovalutate mai dove tutto questo potrebbe portare.  Molte persone come la mia amica americana  sosterranno sempre  chiunque prometta di salvarli dal COVID (a patto ovviamente  che quegli assegni di pensionamento continuino ad arrivare in tempo).  E se i vaccini causano alcuni problemi di salute ancora sconosciuti, allora i kaiser e i loro eserciti burocratici faranno di tutto per deviare la colpa e mantenere il potere (e di nuovo, anche in quel caso ,  la mia amica li sosterrebbe comunque,  sempre ovviamente che gli assegni di pensionamento continuino ad arrivare in tempo).  Ciò significa intensificare le politiche fallite (Fauci ha recentemente affermato che i bambini dai 6 mesi ai 5 anni potrebbero essere idonei per la vaccinazione COVID-19 entro la primavera) e trovare i giusti capri espiatori.

Durante la nostra amicizia di 45 anni, per rispetto nei suoi confronti  non ho mai sfidato le opinioni politiche della mia Alice nel Paese delle Meraviglie.  Ma durante la nostra ultima telefonata, ho visto un lato di lei che non avevo mai visto prima.  Il COVID ha cambiato il nostro mondo e ci ha costretto a rivalutare le nostre idee sulla natura eccezionale di coloro che vivono nella terra dei liberi e nella casa dei coraggiosi.  La mia madre ebrea adottiva ha sempre sottolineato l’importanza di comprendere le reali motivazioni delle persone, senza mai sottovalutare ciò di cui sono capaci.

La situazione attuale ci viene imposta da tutti coloro che diventano ricchi e potenti grazie ai “vaccini”.  Ma questa tempesta COVID prima o poi passerà.  Quando l’umanità ha incontrato per la prima volta i virus del raffreddore/influenza, molto probabilmente deve essere stato anche molto peggio del COVID.  Il COVID farà il suo corso e lentamente scomparirà.  Fino ad allora, tieni duro.

di Joseph Kulve – traduzione di Martina Giuntoli

Visione TV

Visione Tv nasce per difendere la libertà di pensiero e di espressione oggi più che mai minacciata dal pensiero unico imposto da un sistema mediatico prevalente che ha perso il senso del limite e della misura

View all posts

Sostieni mensilmente Visione TV

2.497 of 10.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese

Sostieni mensilmente Visione TV

2.497 of 10.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese