Speravate che dopo le dure proteste e le evidenze scientifiche mascherine,  Green Pass e obblighi vaccinali sarebbero rimasti solo dei brutti ricordi? Non sembra proprio, anzi: dalla Germania arrivano segnali allarmanti, indizi sulla linea dell’Europa in vista dell’autunno-inverno prossimo.

Karl Lauterbach, Ministro della della Sanità tedesco, rilancia l’app di tracciamento “Corona Warning” annunciando una nuova versione dell’applicazione in cui entreranno in gioco i colori: verde consente la libera circolazione, arancione o rosso equivalgono a quarantena fino a due settimane.

Saranno insomma i telefoni cellulari a decidere le libertà di movimento degli individui.

La Corona Warn App è l’app di tracciamento dei contatti COVID-19 utilizzata per la tracciabilità dei contatti in Germania: vengono monitorati gli spostamenti della persona e incrociando i dati scattano le segnalazioni e di conseguenza il sistema semaforico descritto sopra, che può costare, come già detto, la quarantena anche in assenza di malattia. Le future evoluzioni dell’applicazione sono visibili  su questa pagina di Github,  e tra le altre si distingue un promemoria sulle vaccinazioni o la protezione contro la scansione dei certificati vaccinali.

Un sistema di colori simile a quello già presente in Cina: a colori diversi corrispondono diritti diversi. La mascherina al chiuso sarà obbligatoria per tutti tranne che per i neo vaccinati, “Non puoi fare a meno di una mascherina all’interno in autunno – dice il Ministro tedesco – Un’eccezione sarebbe giustificabile per chi è appena stato vaccinato”. 

Un vera presa per i fondelli per chi ha ricevuto la terza o addirittura quarta dose che, ironicamente, si troverebbe ad avere gli stessi obblighi di chi non è stato mai vaccinato: un ricatto insomma per rincorrere sempre e per sempre  l’ultima vaccinazione disponibile, oppure se preferite usare il linguaggio del Ministro della sanità tedesco, chiamatelo “un incentivo per tutti a pensare di essere vaccinato”.

La linea del Ministro Lauterbach era già stata anticipata in un tweet , dove si afferma, ancora, che “è più sicuro sedersi a tavola con una persona vaccinata che con una persona non vaccinata”: ostinatamente, irriducibilmente, dopo più di due anni, contro ogni evidenza scientifica.

ANTONIO ALBANESE

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV. E per aiutarci a sostenere le spese per un’informazione di qualità, cliccate qui: anche un piccolo contributo è importante!

  • 4540 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3557 Sostenitori
 
 

Ultimi Video