Da premesse pasoliniane, Augusto Bassi e Andrea Tosatto individuano in viltà, meschinità e stupidità i tratti comuni di chi è attratto dalla forza. Tratti comuni di chi, pur cantando Bella Ciao e festeggiando il 25 aprile, applaudiva Monti, gongolava per l’austerità, si metteva in fila negli hub vaccinali, esibiva il greenpass, derideva e denunciava il non vaccinato, lasciava morire da soli gli anziani. E resta oggi un vile, un meschino, uno stupido fascista malamente mascherato da democratico nel fanatismo green come in quello bellicista.

You may also like

Comments are closed.