“Caro extraterrestre…”, comincia così l’articolo pubblicato recentemente sul francese Liberation dal nostro Beppe Grillo: il solito articolo che viene fuori da quell’area politica, un po’ stantio e infarcito dei più triti luoghi comuni del politicamente corretto, eppure interessante per certi aspetti.

In questo articolo-lettera, l’ex-clown genovese divenuto poi arbitro della politica italiana invoca l’arrivo degli alieni per salvare la Terra. Certo, “l’extraterrestre che ci viene a salvare” è da decenni un topos della cultura popolare: ma da cosa dovrebbe salvarci il messia alieno?

Qui il trito e ritrito political correctness del nostro clown raggiunge culmini di suppurazione difficilmente sopportabili. La Terra sarebbe in pericolo per colpa nostra, nostra di noi “capitalisti” – il che, detto dal comico ufficiale dei poteri forti globalisti, è quantomeno stucchevole.

Inoltre, gli uomini sarebbero una specie bruttissima, perché divisa in due gruppi binari (maschi e femmine) e “qualsiasi corpo che vada oltre il binario o che minacci questo ordine semiotico o riproduttivo è oggetto di violenza e sterminio” – ‘a Grillo! ma se ormai pure per cantare a Sanremo devi fare atto di fede LGBT …ma ndò la vedi ‘sta discriminazione?

In realtà, non ci sarebbe molto da commentare se non conoscessimo tuttavia chi è Grillo: un personaggio ambiguo e grottesco ma che ha sempre fatto da megafono a quei poteri forti dai quali, ad un certo punto della sua carriera, sembra essere stato precettato.

Grillo in realtà è un ventriloquo: per capire non tanto il suo pensiero – ammesso che ne abbia uno – ma quello dei suoi burattinai, consigliamo vivamente la visione di documentari come Gaia e Prometeus, della Casaleggio Associati: dove si profetizza ed auspica l’avvento di un’umanità futura di 500 milioni di persone (le altre finirebbero sterminate nel corso di una guerra mondiale contro l’Oriente oscurantista – leggi la Russia), dove i “fortunati sopravvissuti” vivrebbero h24 inseriti in un sistema telematico interattivo sul modello di Matrix con grande sollievo di nostra madre terra e l’annientamento sociale ed economico di qualsivoglia “dissidente” che non potrebbe più “né comprare né vendere”, privato come sarebbe della cittadinanza telematica.

No, questo non è un romanzo di Huxley tipo “il mondo nuovo” …o forse si! Perché queste suggestioni, che il sistema di potere di cui Grillo è il volto pubblico diffonde “nell’aria”, sono dirette emanazioni dell’ideologia delle autoproclamate elite del mondo occidentale: depopolazione, malthusianesimo, ecologismo estremista utilizzato in chiave anti-umana, transumanesimo, governo globale, distruzione d’ogni identità naturale e sociale (compresa quella sessuale) …da raggiungere ad ogni costo, foss’anche attraverso collassi economici, epidemie e guerre.

E Beppe Grillo, da questo punto di vista, sembra essere stato utilizzato non solo come banditore ma addirittura come profeta di tali ideologie.

Da qui in poi, ne siamo coscienti, il rischio è quello di muoversi sulla linea di ciò che molti definiscono complottismo: ma come dimenticare il Grillo che, nel Dicembre 2019, entrava alla Camera dei Deputati con mascherina antivirus per – lui diceva – “proteggermi dai vostri germi”?

Grillo profeta …l’uomo dai “gesti simbolici” e preveggenti! Lo stesso Grillo che, pochi mesi fa, si mostrava alle telecamere con un casco da astronauta.

Che voleva dirci in quell’occasione?

Sarà forse un caso, ma l’immaginazione non può non riandare al rinnovato “interesse per gli UFO” che in questi mesi è stato definitivamente sdoganato anche in sede ufficiale. Prima un ex agente del Mossad, poi Obama, poi il Pentagono, poi la Marina USA: improvvisamente tutti gli organi ufficiali del sistema politico-militare occidentale si sono lanciati in una gara senza precedenti volta a sdoganare l’idea che un misterioso fenomeno – che nell’immaginario di massa è riconducibile all’esistenza di civiltà extraterrestri – sia realmente presente nei nostri cieli!

Per quale scopo?

In questo stesso blog, in altri articoli, abbiamo già esaurientemente presentato la nostra idea sulla reale natura dei cosiddetti “fenomeni UFO” e quindi non vi ritorneremo in questa sede; ma, più importante ancora a nostro avviso, è il ruolo che il “mito extraterrestre” sembra avere come elemento unificante di quell’Ultima Religione Mondiale ormai largamente promossa ovunque. La religione ultima che sostituirà tutte le altre, a cui tutti si inchineranno: la stampella pseudo-spirituale del Nuovo Ordine Mondiale.

Siamo caduti in un romanzo Fantasy? Chissà. Tuttavia, vi invitiamo a non sottovalutare affatto le parole e i gesti del clown genovese rifatto politico: lui conosce la gente che sa.

E, per concludere, citiamo le ultime parole della sua lettera agli extraterrestri, col vago sospetto che non si tratti solo di un esperiente letterario:

“Per questo motivo, e perché abbiamo bisogno di uno sguardo nuovo, se per caso avessi mai ipotizzato di venire sulla Terra, questo sarebbe un buon momento per farlo.

Se puoi capirmi, ti chiedo di comunicare urgentemente con lo spazio umano.

A te,
un terrestre”.

  • 2597 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 2596 Sostenitori