Mentitori e poco attenti come sempre, i giornali “più venduti” si inventano oggi di sana pianta l’imminente nascita del temuto partito “rossobruno” fra i presunti emuli di Stalin e Mussolini, al secolo Marco Rizzo e Gianni Alemanno. Naturalmente neanche una riga risponde al vero. Sul Corriere Gramellini, già sostenitore dei “kantiani” di Azov, denuncia questi truci “esperimenti populisti” mentre Repubblica strilla a più non posso. La Verità, che tiene ora un atteggiamento più prudente sulla questione israelo-palestinese (gli schiaffi fanno bene evidentemente), ricorda a Landini il tempi del green pass, quando il sindacato fiancheggiava il regime

You may also like

Comments are closed.