Grano bloccato al porto di Odessa. Ma la Russia non sta facendo morire di fame il mondo

No, checché ne dica Zelensky la Russia non sta facendo morire di fame il mondo a causa del blocco del porto di Odessa. Anzi: la Russia sta tuttora contribuendo a sfamare il mondo.

Chiaro che la guerra causa gravi problemi per gli approvvigionamenti e per i rincari dei generi alimentari. Ma la Russia è il primo esportatore mondiale di grano, e nonostante le sanzioni il grano russo continua ad affluire in abbondanza sui mercati. Dopo il raccolto, le esportazioni di grano russo sono addirittura attese in aumento rispetto all’attuale annata agraria.

Dal canto suo, all’inizio della guerra l’Ucraina ha sospeso l’esportazione di alcune derrate alimentari per privilegiare il consumo interno. Nei giorni scorsi ha sospeso anche l’esportazione di cereali attraverso i treni merci in direzione di Romania e Moldova per via del gran numero di convogli fermi alle frontiere.

Dall’inizio della guerra i russi bloccano il porto di Odessa, il più importante dell’Ucraina. Altri quattro porti ucraini sono sotto il controllo dei russi. Ieri, lunedì, Zelensky ha affermato che la comunità internazionale deve porre fine al blocco  di Odessa per impedire una grave crisi alimentare. L’ha detto in occasione della visita ad Odessa di Charles Michel, presidente del Consiglio europeo.

Michel ha rincarato la dose su Twitter, affermando che i magazzini di Odessa sono pieni di cereali destinati all’esportazione, ma non possono partire.

E’ vero, l’Ucraina è un grande esportatore di grano: il quinto al mondo. Ma la Russia è il primo esportatore mondiale di grano, e – appunto – nonostante tutto continua ad esportarlo.

Lo screenshot qui sotto mostra la classifica che si ottiene interrogando il database della FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’agricoltura e l’alimentazione. La tabella a sinistra riguarda le tonnellate di grano esportate divise per Paese di origine; quella di destra, il valore commerciale.

maggiori paesi esportatori di grano

Non solo grano. La Russia è un grande esportatore praticamente di tutto: fertilizzanti, metalli, gas, petrolio, carbone… Ogni volta che si parla di nuove sanzioni, i prezzi di questi beni aumentano. Il miope occidente non riesce a vederlo. Vede bene solo i cereali che non riescono a partire dal porto di Odessa.

GIULIA BURGAZZI

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV. E per aiutarci a sostenere le spese per un’informazione di qualità, cliccate qui: anche un piccolo contributo è importante!

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time