Il governo britannico sta inviando una manciata di soldati verso l’Europa dell’Est per scoraggiare un’immaginaria invasione russa dell’Ucraina. Ma quando si legge quanto l’Università di Londra ritenga deboli i giovani inglesi, ci si chiede se i soldati britannici tremeranno di fronte alla prospettiva della violenza.

L’Università di Londra ha avvisato i lettori che Oliver Twist di Charles Dickens, un’opera classica della letteratura inglese che è stata letta e studiata dagli studenti per decenni, adesso contiene violenza e pregiudizio razziale che possono causare angoscia e ansia tra gli studenti laureati. Un portavoce dell’università ha affermato che la questione portata alla luce dall’Università  fa parte della “nostra responsabilità di sostenere la salute mentale e il benessere dei nostri studenti”.

Altri libri che sono stati attenzionati dalle università britanniche includono un altro classico di Dickens, Great Expectations, Jane Eyre di Charlotte Bronte, 1984 di George Orwell e Harry Potter di JK Rowling.

Una generazione che deve essere protetta dalle opere classiche della letteratura britannica, crollerebbe sicuramente davanti alla reale violenza che subirebbe dall’esercito russo.

Negli Stati Uniti la situazione è altrettanto grave se non addirittura peggiore. Qui i nostri giovani in età da servizio militare si sentono male se devono affrontare la questione dei pronomi di genere. Parole come lui, lei, a lui, a lei provocano ansia e terrore tra i più alternativi.  Basta solo l’uso ordinario della lingua inglese a causare loro stress, e in alcuni ambienti addirittura la sola presenza di una faccia bianca evoca immagini di schiavitù e linciaggi.

Come un paese con una popolazione così debole si immagini una superpotenza è davvero un mistero. Ora che anche i neoconservatori devono esortare la Cina a fermare un’invasione russa dell’Ucraina, possiamo vedere a cosa si arriverà. In concreto.

L’Occidente ha allevato una generazione così debole e inconsistente da non poter affrontare i pronomi di genere o la propria letteratura classica. Non c’è da stupirsi che stiano soccombendo alla tirannia.

di PAUL Craig Roberts , traduzione di Martina Giuntoli

  • 3392 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3157 Sostenitori