Che Conte voglia abbattere Draghi, nonostante vari tira e molla, è oramai evidente. Draghi è sembrato vicino al suo personale “ordine del giorno Grandi” solo poco tempo fa, e il governo è stato salvato per il rotto della cuffia. L’anima, è evidente, è sempre Giuseppe Conte. Ma a far cadere il governo ultra-atlantista italiano dovrebbero pensare anche i tedeschi. E qui la cosa passa attraverso i gasdotti.

Già da marzo ha chiuso il gasdotto Yamal-Europe e presto si è fermato anche il North Stream. Mosca parla di “manutenzione” ma in realtà sappiamo qual è la realtà: la Russia sta vincendo la sua guerra tagliandoci il gas.

La Germania ora è preoccupata: il ministro per l’economia tedesco Robert Habeck ha avvertito che la crisi del gas può portare all’Europa un collasso simile a quello di Lehman Brothers. Questo potrebbe spingere la Germania ha dare una storica pedata agli Usa.

Cosa significa questo? Che l’ultra-atlantista Draghi, il più appiattito sulle posizioni di Washington, potrebbe cadere a presto. Perché se la Germania si arrabbia, si arrabbia sul serio. E quasi certamente c’é dietro la mano della signora di ferro, Frau Merkel che di fatto guida un governo ombra in Germania. La signora Merkel si era già smarcata da posizioni rigidamente atlantiste guardando ad Est. E, va detto, che in Germania Draghi gode di pessima stampa da sempre.

Il punto è Conte, altro premier che, come la Merkel, si stava staccando da Washington e il maggior nemico di Draghi in questo momento, arcirivale della politica dell’invio delle armi. La questione però diventa seria perché è di tipo economico, e le aziende tedesche stanno cominciando a chiedere bailout. “It’s the economy, stupid” diceva Bill Clinton, e Draghi dovrebbe saperlo: il suo ottuso atlantismo sta portando l’Europa alla rovina economica.

La Merkel, che di fatto ancora comanda nella nazione-guida in Europa anche se “all’ombra”, potrebbe decidere di rimuoverlo. Ma per questo ha bisogno di Conte che però va sempre vicino al colpo senza mai avere il coraggio di portarlo sino in fondo

Giuseppi, se ci sei batti un colpo.

ANDREA SARTORI

Invitiamo tutti a iscriversi al canale Telegram di Visione TV. E per aiutarci a sostenere le spese per un’informazione di qualità, cliccate qui: anche un piccolo contributo è importante!

  • 3641 Sostenitori attivi
    di 10000
  • 3263 Sostenitori