Il 22 marzo 2021 è andato in scena un grande sciopero dal forte valore simbolico che ha interessato tutta la filiera italiana di Amazon: l’adesione è stata molto alta, intorno al 70%, con punte anche del 90% in territori come quello lombardo. La mobilitazione è stata la prima al mondo a interessare tutti i lavoratori che collaborano con il colosso americano: hanno partecipato gli indeterminati della logistica, gli interinali e quelli in appalto che lavorano nei piccoli hub territoriali, infine, i driver.

La multinazionale di Jeff Bezos è stata più volte oggetto di aspre critiche: una tra tutte, la polemica riguardante il braccialetto elettronico in grado di monitorare i movimenti dei dipendenti e di controllarne la produttività, brevettato proprio da Amazon nel 2016.

Sempre più spesso sentiamo parlare della stretta sul controllo elettronico, di “innovazioni tecnologiche” per rendere i processi produttivi più semplici ed efficaci che si rivelano però, a uno sguardo più attento dei mezzi per de-umanizzare il lavoro e schiavizzare i dipendenti. Si tratta di una nuova forma di “capolarato digitale” che, grazie al controllo sempre più pervasivo, sta rendendo i lavoratori degli “uomini di vetro”, trasparenti e sotto costante sorveglianza. Ciò non può che causare ulteriore stress, competitività e depressione nei dipendenti registrando preoccupanti ripercussioni nell’intero tessuto sociale, oggi più che mai polverizzato dalle politiche adottate per il contrasto della pandemia.

Gig economy, sharing economy, capitalismo della sorveglianza, automazione, sono alcuni dei punti cardine della nuova teoria del Grande Reset sponsorizzata dai membri dell’élite tecnocratica, primo tra tutti il Word Economic Forum. L’idea di fondo è massimizzare l’efficienza produttiva e di consumo grazie alla digitalizzazione, la cosiddetta “platform revolution” (“effetto piattaforma” con la concentrazione di poche ma potenti reti che dominano il mercato), la robotica, all’Intelligenza Artificiale e all’uso integrato dei Big Data, in modo da controllare, monitorare e ottimizzare non solo il ciclo produttivo ma ogni aspetto della nostra vita.

Per approfondimenti:

Enrica Perucchietti, Cyberuomo. Dall’Intelligenza Artificiale all’ibrido uomo-macchina, Arianna Editrice: https://bit.ly/3lS4Krb
__________________________________________
✔️SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT65 C 0306 9163 55100 00000 9028
INTESTATO A: VOX ITALIA TV
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

✔️SOSTIENICI TRAMITE PAYPAL: https://bit.ly/39oj6up
✔️ISCRIVITI AL CANALE: https://bit.ly/2SQWDNI
✔️REALIZZIAMO LO STUDIO DI VOX ITALIA TV https://bit.ly/39locHO

✔️SEGUICI SU
Web: https://visionetv.it/
Youtube: https://www.youtube.com/voxitaliatv
Facebook: https://www.facebook.com/voxitaliatv
Telegram: https://t.me/voxitaliatv
Spotify: https://open.spotify.com/show/3aaE8rcRGBOADphOg7bLi0
Instagram: https://www.instagram.com/voxitaliatv

aleotta

View all posts

Sostieni Visione TV

2.262 of 2.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese

Sostieni Visione TV

2.262 of 2.000 donors
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €25,00 mese