Agenzia delle Entrate e dati sanitari: ora sappiamo a cosa serve il green pass

agenzia entrate

Il quadro appare ormai chiaro come il sole, il green pass ha un solo e unico scopo: trasformare la democrazia italiana in un sistema di controllo totale in stile cinese.

La conferma concreta arriva dalla decisione di comminare una multa di 100 euro agli over 50 che rifiutano di obbedire al ricatto vaccinale. E per stanare gli ultracinquantenni disobbedienti, i dati dell’Agenzia delle Entrate saranno incrociati con quelli dell’anagrafe vaccinale.

Una sorta di nuova grande Equitalia che, in barba alle più elementari leggi sulla privacy, incrocia dati sanitari e biometrici con dati fiscali e invia multe a chi non adempie alle imposizioni del governo.

Non è un caso che il green pass sia rilasciato dal ministero delle finanze e non da quello della salute.

Una simile misura non ha alcun senso dal punto di vista sanitario, visto che è un dato di fatto incontestabile che i vaccinati possono contagiarsi e contagiare come i non vaccinati, e che i Paesi che sono riusciti, con la convinzione o il ricatto, a vaccinare la grande maggioranza della popolazione non sono usciti dalla pandemia ma al contrario sono quelli nella situazione peggiore.

Eppure l’utilizzo sempre più pervasivo del green pass per le attività quotidiane continua come se nulla fosse, e invece di essere abbandonato viene rafforzato con integrazioni tra banche dati delicatissime e Agenzia Entrate perché le sue finalità non sono sanitarie ma politiche.

In questo modo si sta cambiando radicalmente il rapporto tra cittadino e potere; come in Cina si inaugura un sistema di controllo e di incrocio dei dati che consente di premiare i cittadini obbedienti e punire quelli disobbedienti. Il modello cinese, già molto avanzato, prevede che, sulla base di tutta una serie di comportamenti che l’individuo adotta (da noi al momento vale solo per le scelte sul vaccino) sia calcolato un punteggio che gli consente di accedere ad una serie di servizi o di esserne tagliato fuori. In un mondo sempre più digitalizzato dove siamo costantemente tracciati questo apre la strada a un sistema di dittatura totale che neppure nei nostri peggiori incubi avremmo potuto immaginare.

ARNALDO VITANGELI

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time

Sostieni Visione TV

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale Donazione: €25 One Time